La Traduzione Autentica della Declaratio di Papa Benedetto XVI

di Frà Alexis Bugnolo e Emiliano Palopoli

Questa traduzione italiana è stata fata per manifestare il senso autentico della Dichiarazione secondo le regole di Latino e non secondo la narrativa sostenuta dal Vaticano per giustificare il Conclave del 2013. Si notano tante anomalie che mostrano chiaramente l’invalidità del atto e danno segni che la Rinuncia è stata forzata da Cardinali già in scisma con Papa Benedetto XVI.

Non soltanto vi ho convocato a questo Concistoro per le tre canonizzazioni, ma anche per comunicare per conto della vita della Chiesa una cosa di grande importanza: la vostra scisione. Avendo esplorato la mia coscienza più volte al cospetto di Dio, sono arrivato a una cognizione certa che le mie forze deterioratesi per l’età non sono più atte ad amministrare il Munus Petrino in modo equo.

Sono bene conscio che questo Munus secondo la sua essenza spirituale, dovrebbe essere esercitato non solo agendo e scrivendo, ma non meno soffrendo e pregando. Ma tuttavia, nel mondo della nostra stagione, soggetto a rapidi mutamenti, e perturbato da questioni di grande peso per conto della vita di Fede, pure un certo vigore del corpo e dell’anima è necessario per governare la Barca di S. Pietro e per annunciare il Vangelo, il quale vigore in me in questi mesi finali diminuisce in modo tale, che per bene amministrare il Ministero affidatomi devo riconoscere la mia incapacità. A ragione di ciò, ben conscio del peso di questo atto in piena libertà dichiaro che rinuncio al Ministero del vescovo di Roma, Successore di San Pietro, affidatomi mediante le mani dei Cardinali il 19 Aprile 2005, affinché sia vacante la Sede di San Pietro a partire dal 28 Febbraio alle ore 20,00 ora locale, e che sarà convocato un Conclave, da parte di coloro che sono competenti, per eleggere un nuovo Sommo Pontefice.

Carissimi Fratelli, con tutto il mio cuore, vi ringrazio per il vostro amore e lavoro con cui avete portato con me il peso del mio Ministero e vi chiedo perdono per tutti le mie mancanze. Affidiamo completamente la S. Chiesa di Dio alla cura del Sommo Pastore, Nostro Signore Gesù Cristo e imploriamo la sua Madre, Maria, che assista con la sua materna bontà, i Padri Cardinali nell’elezione di un nuovo Sommo Pontefice.

Per quanto mi attiene, vorrei servire con tutto il mio cuore in futuro per una vita dedicata all’orazione per la Santa Madre Chiesa.

© 2020

 

 

[simple-payment id=”5295″]

2 thoughts on “La Traduzione Autentica della Declaratio di Papa Benedetto XVI”

Comments are closed.