Results of Italian Parliamentary Snap Election, held on Sept. 25th

Commentary by Br. Alexis Bugnolo

VERSIONE ITALIANA – ENGLISH VERSION FOLLOWS

Innanzitutto recito le fake news, ovvero i risultati preliminari delle elezioni anticipate per il Parlamento in Italia, svoltesi nel fine settimana. Il partito di testa è ora Fratelli d’Italia, il partito centrale massonico guidato da Georgia Meloni, membro dell’Aspen Club, che è stato escluso dalla precedente coalizione guidata da Mario Draghi, ex vicepresidente di Goldman Sachs, membro del consiglio BIS, tanto che in queste elezioni anticipate – indette rapidamente per impedire l’organizzazione di qualsiasi vera opposizione – potrebbe emergere come il partito principale e controllare la vera opposizione al globalismo fingendo di sostenere la loro causa. E così è stato.

La Lega, guidata da Salvini, è stata spazzata via, avendo perso quasi i 2/3 del precedente appoggio. Salvini era in testa ai sondaggi nell’agosto del 2019, quando ha lasciato il governo, con oltre il 40% di sostegno. Il suo sostengo pazzesco della Pandemica era la sua disgrazia finale.

Berlusconi, che sembra non andrà mai in pensione o non morirà, è tornato con un forte 7,9% dei voti. Questo gli darà la leva per partecipare ai negoziati per formare una nuova coalizione. Lui è quel discepolo di Craxi, che si dice sia diventato miliardario scremando i contratti del governo.

Il Partito Democratico (marxisti) ha subito una leggera battuta d’arresto con il 19,5%. Il loro importante concorrente, M5S (Movimento Cinque Stelle) è stato massacrato, scendendo al 14,72%, da altezze che un tempo erano vicine al 40%. Tuttavia, è probabile che questi due partiti tentino di formare una coalizione, perché non sono mai stati una vera opposizione, e chiunque abbia votato il M5S questo fine settimana è sicuramente un socialista irriducibile, di sinistra del centro marxista.

ITALEXIT ha fallito, perché due anni fa è stata smascherata come una finta opposizione di sinistra, per risucchiare il vento dai veri elettori antieuropei qui in Italia.

Gli altri partiti minori sono tutti di sinistra, ala. Quindi sembra improbabile che Meloni riesca a formare una coalizione per governare. Prevedo che PD, M5S formeranno una coalizione con Berlusconi per governare nuovamente l’Italia. Ma chiaramente, Berlusconi ha la carta del re, poiché entrambi i gruppi hanno bisogno di lui per governare. Posizione che ha giocato bene nelle ultime due coalizioni parlamentari, quando si è sempre schierato dalla parte dei marxisti e dei globalisti contro il popolo.

Ora per la vera notizia: Le attuali elezioni anticipate hanno ottenuto il più basso numero di elettori ufficiali nell’Italia moderna, con solo il 63,9% degli aventi diritto al voto che vota. Ciò significa che il Partito del dissenso, popolarmente noto anche come “Non nel mio nome” (Non nel mio nome), ha vinto queste elezioni con la maggiore affluenza alle urne del 36,1%, quasi 10 punti in più rispetto a Georgia Meloni. Tuttavia, se si considera che tutti i cittadini italiani senza fissa dimora o non iscritti al voto non possono votare, quella percentuale diventa ancora maggiore. A un gran numero di anziani viene negato il voto, perché non c’è l’assistenza di alcuna organizzazione per portarli alle urne, poiché voterebbero per la maggior parte contro la sinistra.

Quasi tutti quelli che conosco si sono rifiutati di votare, perché hanno riconosciuto che lo Snap Election è stato indetto proprio per impedire l’organizzazione di un nuovo partito. In effetti, vediamo che il voto per la Lega si è frantumato in altri 4-5 partiti, un’indicazione che nessuno aveva un partito per cui votare che rappresentasse realmente le proprie opinioni.

Come presidente de L’Italia per gli Italiani, sono convinto che solo il nostro partito potrebbe riuscirci. Devo ancora incontrare cattolici energici, pieni di speranza, attivi, laboriosi, zelanti politicamente esperti disposti a intraprendere l’erculea lotta necessaria per riprendersi l’Italia dalla Loggia massonica.

+ + +

ENGLISH VERSION

First, the fake news, that is, the preliminary results of the snap elections for Parliament in Italy, held over the weekend. The leading party is now Fratelli d’Italia, the Masonic central party headed by Georgia Meloni, Aspen Club Member, who was left out of the previous coalition headed by Mario Draghi, ex-VP of Goldman Sachs, BIS Board Member, so that in these snap elections — called quickly to prevent any true opposition from organizing — she might come out as the leading party and control the real opposition to Globalism by feigning to take up their cause.

The Lega, headed by Salvini, was wiped out, having lost nearly 2/3rds of its previous support. Salvini was leading in polls in August of 2019, when he left government, with more than 40% support.

Berlusconi, who seems is never going to retire or die, has come back with a strong 7.9% of the vote. This will give him leverage to be part of the negotiations to form a new coalition. He is a disciple of Craxi, who is said to have became a billionaire by skimming government contracts.

The Partito Democratico (Marxists) have suffered a slight set back with 19.5%. Their significant competitor, M5S (Five Star Movement) was slaughtered, falling to 14.72%, from heights which once ran near 40%. However, these two parties are likely to attempt  to form a coalition, because they were never true opposition, and anyone who voted M5S this weekend is certainly a die-hard socialist, left of center marxist.

ITALEXIT flopped, because it was exposed two years ago as a Left wing fake opposition, to suck out the winds of the real anti-European voters here in Italy.

The other smaller parties are all left, wing. So it seems unlikely that Meloni will be able to form a coalition to govern. I predict that PD, M5S will form a coalition with Berlusconi to misgovern Italy again. But clearly, Berlusconi holds the king-maker card, as both groups need him to rule. A position he has played well in the last two parliamentary coalitions, when he always sided with the Marxists and Globalists against the people.

Now for the Real News:  The current snap election achieved the lowest official voter turn out every in modern Italy, with only 63.9% of those eligible to vote casting a ballot. That means, that the Dissent Party, also popularly known as, “Not in My Name” (Non nel mio nome), has won this election with the greatest turnout of 36.1%, nearly 10 points more than Georgia Meloni. However, when you consider that all Italian citizens who are homeless or who are not registered to vote, cannot vote, that percentage becomes even greater. A vast number of elderly are denied the vote, because there is no assistance from any organization to bring them to the polls, since they would vote against the Left, for the most part.

Nearly everyone I know refused to vote, because they recognized that the Snap Election was called precisely to prevent a new party from organizing. In fact, we see that the vote for the Lega shattered into some 4-5 other parties, an indication that no one had a party to vote for which really represented their views.

As president of L’Italia per gli Italiani, I am convinced that our party alone could achieve that. I have yet to met energetic, hopeful, industrious, hard-working, zealous politically savvy Catholics willing to undertake the herculean struggle necessary to take back Italy from the Masonic Lodge.

2 thoughts on “Results of Italian Parliamentary Snap Election, held on Sept. 25th”

  1. With the help of God and Archangel Michael and his legions of blue lightning Angels it will be achieved.

  2. How about other spiritual people like other Christians, Buddhists
    and so forth, who strive for the same result?

    In the past I joined a Christian health insurance that rejected abortion:
    while speaking at some point to the (protestant) CEO, he mentioned that a good number of Buddhists also had joined this insurance, for being against abortion.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.